Airbnb risponde ad un’esigenza, il viaggiatore che ha bisogno di pernottare in una città, BlaBla Car compensa un’altra necessità di un viaggiatore, il tragitto, più economico di altri mezzi, da un punto A ad un punto B. Ma il Social Eating che cos’è? E quali sono le esigenze che questo nuovo servizio vuole colmare?

Se non sai rispondere a queste domande non preoccuparti, noi di sharingistheway abbiamo voluto ancora una volta scovare il tesoro nascosto dentro il significato di sharing, per poterlo condividere assieme e dare vita attraverso i nostri pensieri ad un mondo più conviviale. Abbiamo perfino importunato Walter Dabbicco, cofondatore di ‘Gnammo.com’, il quale ci ha concesso una splendida intervista che ci racconterà la sua visione di Social Eating.

Sei pronto? Si comincia!

ricette social

Foto di: Chiara Badiali e Francesco Rucci

Cos’è gnammo.com??

Walter Dabbicco assieme a Gianluca e Cristiano hanno fondato la piattaforma gnammo.com, un sito, che potremmo quasi identificare come una sorta di social, in cui io, per esempio, creo un evento, caratterizzato da una cena, successivamente lo posto sul sito gnammo.com con il relativo costo in modo che altri visitatori del sito potranno parteciparvi.

Ed ecco che ci avviciniamo già al significato del social eating ovvero: Mangiare per socializzare. Creando un evento i cui partecipanti, che precedentemente non si conoscevano (ma non obbligatoriamente) interagiscono al fine di conoscersi meglio.

Per capire invece a quale esigenza risponde questo servizio bisogna andare più a fondo nella discussione che abbiamo fatto con Walter. La necessità è probabilmente proprio quella di confrontarsi con altri individui, che poi si parli di politica, di sesso, di calcio o di filosofia non importa. Le persone hanno generalmente bisogno di uscire dal proprio cerchio di sicurezza per partecipare e sentirsi coinvolti in questo strano ambiente che chiamiamo mondo.

Quando mi sono addentrato nel sito le prime volte, in particolare nella parte in cui le persone (gnammers) raccontano le proprie esperienze emerge proprio quella necessità e volontà di confrontarsi, condividendo seppur brevissimamente una parte intensa di vita assieme. È piacevole scorrere i post dei singoli eventi o delle singole persone un po’ come per catturarne l’armonia e portarla a casa propria per unirla alla nostra..

Ma è sicuro???

Può sembrare complesso e talvolta invitare una persona di cui si hanno pochissime informazioni non è di certo così spontaneo. Ma questo non è di certo il problema. Gnammo.com offre un incredibile servizio per garantirti sicurezza. Vogliono essere i primi a fornirti un’esperienza unica. Così ti offrono in primo luogo un servizio clienti sempre a tua disposizione, sarai tu a valutare e selezionare i tuoi invitati sulla base del loro profilo gnammer, che puoi comunque confrontare con gli atri social connessi al profilo stesso.

incontro culture cibo

Foto di: Chiara Badiali e Francesco Rucci

Se invece qualcuno dovesse sentirsi male, risponderanno nelle medesime modalità legali che si risponderebbe nel momento in cui si invitano ospiti a cena, a seconda di chi commette delle negligenze, ospiti e/o cuoco.

Gnammo.com garantisce inoltre la transazione economica, le persone invitate valutano il menu offerto sulla base del prezzo e degli ingredienti, sulla base di questo pagheranno il cuoco attraverso il sito, il quale si occuperà sia del movimento di denaro che del pagamento delle tasse sullo svolgimento del servizio.

Sì proprio così, Gnammo.com ti permette infatti di ricevere denaro attraverso l’erogazione di un servizio che non copre solamente i costi di produzione, ma anche la manodopera necessaria per l’adempimento, letteralmente alimentando il grande motore del consumo collaborativo.

Ovviamente niente può garantire la sicurezza di un servizio al 100% sicuro, nemmeno la tua bicicletta, la tua auto o il fast food dove qualche volta prendi un panino. Quindi la scusa per non usare questo servizio non può essere limitata alla sicurezza, ma è piuttosto relativo alla tua volontà di sederti a tavola con una serie di sconosciuti e discutere assieme.

social eating

Come funziona???

Gnammo.com funziona come ogni altro social network, non ci sono requisiti per essere gnammers, puoi essere un cuoco professionista, uno dilettante o semplicemente un buongustaio, l’importante è attenersi alle norme di comportamento che regolano lo stato in cui ti trovi.

Quindi ti crei un profilo e proponi un menu indicando il costo di produzione e manodopera, clicchi su pubblica e la tua cena sarà on-line, in attesa di essere prenotata da altri internauti gnammers.

Altrimenti puoi essere semplicemente un ospite, cercando gli eventi vicino alla tua città e partecipandovi se ti piacciono i temi delle diverse serate che puoi trovare all’interno di questa grande piattaforma.

Questo non è tutto però, non solo singoli individui possono creare eventi, ma anche alcune attività commerciali, che sembra quasi una sfida, secondo Walter, per capire se questa tavola di sconosciuti possa essere conviviale nello stesso modo che potrebbe essere all’interno delle mura domestiche.

Ma non solo, le idee dei fondatori sono rivolte anche alle grandi occasioni, creando eventi speciali in aree o residenze particolari per lavoro, e per i più romantici anche fidanzamenti favolosi all’interno di alcuni castelli in Italia con i quali gnammo collabora.

social eating cena

Se sei curioso di provarlo allora non ti resta altro andare sulla loro pagina e scoprire qualcosa in più dalle esperienze personali degli utenti, oppure puoi iniziare a organizzare i tuoi primi grandi eventi.

Noi di sharingistheway abbiamo visto in questa nuova impresa un grande valore. Al di là della funzionalità o dell’innovatività che si nasconde dietro ad un singolo pulsante, gnammo.com è a nostro avviso un’ulteriore simbolo positivo del nostro tempo.

Una realtà che genera delle connessioni reali tra individui sconosciuti, che poi parlino di letteratura o del ‘brutto tempo d’inverno’ non importa molto. Il vero significato dietro a quel pulsante è proprio la possibilità di un sano e piacevole confronto che ci fa sentire più partecipi in un mondo fatto di perenni e individuali battaglie contro tutti.

In un mondo in cui sono più i vicini di casa invitati in tribunale piuttosto che quelli invitati a cena, dove corruzione e guerra entrando nella nostra quotidianità modificano non solo i nostri pensieri, ma soprattutto i nostri comportamenti.

Ecco che, una realtà come gnammo.com ci dimostra che credere nello sconosciuto e nella società in cui viviamo è sicuramente meglio che lamentarsi costruendo visioni negative piuttosto che partecipare alla costruzione di un mondo più interattivo e conviviale. E perché non partire da un cena???

The following two tabs change content below.
Giordano Ambrosi
Sono Giordano, mi occupo di comunicazione digitale, un piccolo interesse che nel corso degli anni si è trasformata in un'enorme passione che quotidianamente mi crea problemi, e mi stimola a trovare nuove soluzioni. Amo scrivere e cambiare la prospettiva da cui guardo al mondo.

Pin It on Pinterest