Siamo reduci dalla prima tappa della nostra avventura, dedicata alla Giocoleria, parte del ciclo di eventi «Contro lo Spreco…We share», progetto vincitiore del bando indetto dalla Piattaforma delle Resistenze Contemporanee di Bolzano, patrocinato dalle Province autonome di Trento e Bolzano.

L’intento della giornata era un invito a considerare un modo diverso di giocare e mettersi in gioco attraverso la giocoleria, intesa non solo come arte, ma anche come vera e propria filosofia. Essa è una disciplina richiede tempo, dedizione, concentrazione, equilibrio, creatività, manualità ed ha la capacità di aprire nuovi orizzonti di condivisione facendoci conoscere nuovi aspetti delle persone che ci circondano ma anche della nostra stessa personalità.

sharing

E tutto questo è davvero successo: che bello vedere le nostre idee, i nostri primi abbozzi di progetto e le nostre ambizioni, nate dalle frequenti Skype call di agosto e settembre 2015 tra Berlino, Barcellona e Antalya, dove noi membri di Sharingistheway risiedevamo all’epoca dei fatti, concretizzarsi  finalmente per la prima volta in persone, risate ed emozioni condivise.

Siamo partiti sabato 5 marzo da Trento per il Teatro Valle dei Laghi di Vezzano (Tn) colti impreparati dalla prima bufera di neve dell’anno, con i sacchi della spazzatura nel tentativo di impermeabilizzare le attrezzature per le riprese, come incipit non sembrava dei migliori.

Nonostante le intemperie siamo giunti a destinazione, un teatro bellissimo immerso nel verde, una struttura contemporanea  che grazie al legno e alle ampie vetrate dà subito una sensazione di armonia. Siamo stati accolti dall’Associazione Teatrale Trentina Interculturale A.t.t.i. e dalla loro troupe, alcuni membri della quale coinvolti nel progetto Diversamente a Teatro-The Staff, in cui ragazzi diversamente abili del Trentino vengono impiegati nella gestione dei servizi e degli spazi teatrali.

Dopo una breva presentazione sono arrivati i giocolieri della Scuola di Circo di Trento «Bolla di Sapone» in un’esplosione di energia che nel giro di in un minuto ci ha fatto alzare, correre e attivare mente e corpo nella creazione del nostro gruppo di lavoro/gioco pomeridiano.

Davide alla riscossa

Davide alla riscossa

Con delle attività mirate ci hanno subito calati in un’atmosfera speciale, dove 25 persone si chiamavano sin da subito per nome, dove ci si è cimentati, collaborando, per l’autoproduzione di strumenti di giocoleria e dove tra una risata, momenti di ardua concentrazione e gioia vera per la riuscita nell’impresa di far girare tre palline con la congiunzione di mente e mani, si è imparata un’altra delle grandi lezioni che ci insegna la Condivisione: la cura dell’Altro, un Altro che fino al mattino prima era solo uno sconosciuto, un Altro con una storia che fa riflettere e pensare, un Altro che arricchisce e a cui fa bene al cuore dedicare un pensiero ogni tanto.

giocoleria: concentrazione, dedizione, manualità

giocoleria: concentrazione, dedizione, manualità

L’avere cura è un qualcosa che fa bene prima di tutto a noi stessi e che, nonostante pioggia, neve, bufera, scarpe bagnate e un raffreddore assicurato il giorno dopo, dona un quadratino di felicità.

foto gruppo finale

foto gruppo finale

Un ringraziamento speciale a Maria Giulia di A.t.t.i., ai ragazzi The Staff, ai giocolieri Sebastiano, Veronica, Maria Chiara e Paolo.

 

 

 

The following two tabs change content below.
Lavinia

Lavinia

Oltre a una vastissima cultura disneiana, laureata in Arti Visive, un pezzo di cuore rimasto nella foresta del Borneo e un interesse spiccato per le pari opportunità. L’amore incondizionato per ogni essere vivente che popola questo pianeta, mi spinge sempre alla ricerca di nuove prospettive culturali.

Pin It on Pinterest